Il vino nella religione cristiana

 

Nel cristianesimo il vino Ha una posizione centrale nella simbologia eucaristica, dove viene equiparato al sangue di Cristo, simbolo di vita.

Inoltre, il Vangelo di Giovanni (15, 5 s.) pone uno stretto parallelo tra il Cristo e la Vite, i cui tralci sarebbero gli stessi discepoli che devono portare frutto (vedi anche la parabola della vigna nei vangeli sinottici, Mc 12, 1ss.; Mt 21, 33ss.; Lc 20, 9ss.).

Col miracolo di Cana (Gv 2, 1ss.), in cui l'acqua fu trasformata in vino, Gesù addirittura inaugurò i suoi prodigi

L'aspetto sacrale del vino con il pane, come parte centrale della messa, a salvarlo da sicura estinzione durante i secoli bui del Medioevo.
Furono, infatti, i monaci, con l'intento di salvaguardare la produzione vinicola come parte integrante del messaggio evangelico, a coltivare la vite accanto a chiese e monasteri e a nascondere nelle cantine il vino.

 

AVANTI INIZIO INDIETRO